Sindacale

Alimentazione – NOVITA’ IN DETTAGLIO DELLA NUOVA ORDINANZA REGIONALE

24 Aprile 2020

L’ordinanza firmata oggi dal Governatore della Regione Veneto Luca Zaia, che ha effetto dalle ore 15 di oggi al 3 maggio 2020 compreso, concede alcune deroghe alle restrizioni nel commercio e alimentazione:

ALIMENTAZIONE: consentita la vendita di cibo da asporto per le attività di SERVIZI DI RISTORAZIONE (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, take away) – finora era possibile solo la consegna a domicilio – mantenendo il divieto di consumo all’interno dei locali dell’esercizio.
 

La vendita per asporto sarà effettuata, ove possibile, previa ordinazione on-line o telefonica, garantendo che:

  • gli ingressi per il ritiro dei prodotti ordinati avvengano dilazionati nel tempo,
  • negli spazi esterni anche di attesa, venga rispettato il distanziamento di un metro tra avventori e l’uso da parte degli stessi di mascherina e guanti (o garanzia dell’igiene delle mani con idoneo prodotto igienizzante),
  • nell’eventuale locale interno, la presenza di un cliente alla volta, con mascherina e guanti (o garanzia dell’igiene delle mani con idoneo prodotto igienizzante) e stazionamento per il tempo strettamente necessario alla consegna e al pagamento della merce.

Gestore ed addetti devono essere muniti di mascherina e guanti.

Rimane confermata la possibilità di consegna a domicilio.

Si tratta di vendita per asporto per la quale, alla pari della consegna a domicilio, non si applicano le limitazioni di chiusura festiva imposte alle attività commerciali dall’Ordinanza regionale n. 40.

COMMERCIO: 

Librerie, cartolerie e negozi di abbigliamento per bambino (incluse le scarpe): E’ revocata la disposizione restrittiva di cui alla lettera o) del punto 1. dell’ordinanza n. 40 del 13.4.2020 (che consentiva la vendita a tali attività in due giorni alla settimana, esclusi comunque i festivi e prefestivi).

E’ ammessa la vendita di abbigliamento per bambini, comprese le scarpe, anche nei mercati e nelle analoghe forme di vendita su area pubblica o privata.

Per tutti gli spazi pubblici o aperti al pubblico vige l’obbligo di tutte le persone di rispettare il distanziamento di un metro (non più di due) e di utilizzare mascherina e guanti o di garantire l’igiene delle mani con idoneo prodotto igienizzante.

E’ confermato, con riguardo agli ambienti di lavoro delle attività consentite, l’obbligo di applicazione delle disposizioni del protocollo per la sicurezza sul lavoro sottoscritto a livello nazionale il 14.3.2020.
Per adempiere agli obblighi richiesti per la sicurezza si invita a compilare la check list (clicca qui) da noi predisposta. 

Clicca qui per scaricare il testo dell’Ordinanza. 

Clicca qui per scaricare il testo completo del protocollo.