Sindacale

SUPERBONUS 110% – PROROGHE PARZIALI ED INSUFFICIENTI PER CONCLUDERE I LAVORI EDILIZI NEI TERMINI PREVISTI DAL BONUS

25 Maggio 2021

LA CONFARTIGIANATO AVEVA CHIESTO UN PROROGA MAGGIORE PER FINIRE I LAVORI

Sul tema Superbonus 110% informiamo che il DL 56/2021 ha apportato delle modifiche al calendario per concludere i lavori del Bonus, concedendo solo più tempo ai condomini e alle case popolari, ma mantenendo purtroppo le stesse scadenze per le altre tipologie di fabbricati.

Confartigianato ANAEPA aveva chiesto una proroga non “limitata” ma generalizzata per tutti gli edifici, ma al momento le date entro cui concludere i lavori sono queste:

·                    la prima è quella del 30 giugno 2022 per le spese su edifici unifamiliari e singole unità con impianti indipendenti e accesso autonomo;

·                    la seconda è quella del 31 dicembre 2022 per i condomini. A questa data possono arrivare anche gli edifici da due a quattro unità familiari posseduti da una sola persona fisica, o in comproprietà, purchè entro il 30 giugno 2022 siano stati effettuati lavoro per almeno il 60% dell’intervento complessivo;

·                    la terza data è quella del 30 giugno 2023 per Iacp (Istituto Autonomo Case Popolari) ed enti assimilati, i quali possono guadagnare altri sei mesi se dimostrano a tale data un SAL (Stato Avanzamento Lavori) di almeno il 60% del totale.

Il risultato delle modifiche è che su edifici similari si possono avere termini dei lavori diversi a seconda di chi lo possiede.

Per quanto concerne la determinazione della quota del 60% dei lavori complessivi effettuati, non sono state ancora chiarite le modalità per fare il calcolo del SAL.

In allegato alla presente trasmettiamo copia dell’articolo predisposto da CIVeneto che commenta la mancata proroga.

Clicca qui per scaricare l’articolo.