Sindacale

RIENTRATO L’OBBLIGO DELLA NOMINA DEL CONSULENTE PER LE MATERIE PRIME PERICOLOSE (ADR)

23 Dicembre 2022

Siamo lieti di informare che grazie all’intervento di Confartigianato nei confronti dei preposti Ministeri è stata evitata l’entrata in vigore dell’obbligo di nomina del consulente ADR per TUTTI i produttori di rifiuti pericolosi che si avvalgono di un trasportatore/smaltitore esterno. E’ stato infatti chiarito che l’obbligo di nomina del consulente ADR, ovvero un consulente per la sicurezza dei trasporti di merci pericolose, per i cosiddetti speditori,  non riguarda le attività di “imballaggio, carico, riempimento o scarico” non direttamente connesse all’attività di trasporto di merci pericolose e che non costituiscono, quindi, un segmento funzionale di detta attività di trasporto. 

Esprimiamo la nostra soddisfazione per l’intervento Confederale che pone al riparo le imprese da un obbligo inutile.

Avvisiamo inoltre che nel prossimo periodo potrebbero giungervi comunicazioni dalle aziende che utilizzate come smaltitori abituali riguardo all’entrata in vigore di tale obbligo. Di seguito potete trovare le comunicazioni del ministero delle infrastrutture e dei trasporti e di Confartigianato all’interno delle quali si rende chiara l’esenzione.

CIRCOLARI ESPLICATIVE

Per ulteriori informazioni: 
Bucciol Alessandro: 0421335415