Agevolazioni

Pubblicato il Bando per l’IMPRENDITORIA FEMMINILE – Presentazione del bando il 15.02.2023

13 Febbraio 2023

mercoledì 15 febbraio 2023,

dalle ore 9.00 alle ore 10.30

Webinar di presentazione del bando

Si informa che la Regione del Veneto ha pubblicato il nuovo bando per l’erogazione di contributi alle PMI a prevalente partecipazione femminile per progetti di supporto all’avvio, insediamento e sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali e i progetti di rinnovo e ampliamento dell’attività esistente.

STANZIAMENTO

2,3 milioni di euro (contro gli 1,5 milioni del Bando precedente), di cui 500 mila  riservati alle professioniste.

SOGGETTI AMMESSI (ATTENZIONE: NOVITA’!!!)

Le seguenti tipologie di soggetti, costituiti alla data del 20 gennaio 2023: 

  1. imprese individuali il cui titolare è una donna residente nel Veneto da almeno due anni;
  2. società di persone o società cooperative in cui la maggioranza dei soci è costituita da donne residenti nel Veneto da almeno due anni o la maggioranza delle quote di capitale è detenuta da donne residenti nel Veneto da almeno due anni;
  3. società di capitali in cui la maggioranza dei componenti dell’organo di amministrazione è costituita da donne residenti nel Veneto da almeno due anni o la maggioranza delle quote di capitale è detenuta da donne residenti nel Veneto da almeno due anni;
  4. consorzi costituiti per almeno il 51% da imprese femminili come definite alle lettere a), b) e c);
  5. professioniste iscritte agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali, residenti da almeno due anni in Veneto. In caso di professioniste operanti in forma associata, l’Associazione professionale o lo Studio associato devono essere costituiti in maggioranza da donne residenti nel Veneto da almeno due anni.

esercitanti un’attività economica classificata con codice ISTAT ATECO 2007-2022 primario e/o secondario nei settori indicati nell’Allegato B (clicca qui). 

AGEVOLAZIONE

Contributo a fondo perduto pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile per la realizzazione dell’intervento:

  1. per le PMI: da un minimo di euro 6.000,00 ad un massimo di euro 51.000,00 corrispondenti a una spesa che va da 20.000,00 fino a 170.000,00 euro;
  2. per le professioniste operanti in forma singola, associata o societaria: da un minimo di euro 3.600,00 ad un massimo di euro 12.000,00 corrispondenti ad una spesa che va dai 12.000,00 fino ad un ammontare pari o superiore a 40.000,00 euro. 

SPESE AMMISSIBILI

Per le PMI :

  1. macchinari, impianti produttivi, hardware, attrezzature;
  2. arredi nuovi di fabbrica (limite massimo di euro 15.000,00);
  3. negozi mobili;
  4. autocarri furgonati a esclusivo uso aziendale (spesa  forfettaria di euro 10.000,00);
  5. opere murarie e di impiantistica (limite massimo di euro 10.000,00);
  6. spese per la realizzazione di impianti a fonti rinnovabili (nei limiti di spesa di 8.000,00 o 20.000,00 euro per impianti fino o superiori ai 20 kW);
  7. software e realizzazione di sistemi e-commerce (limite massimo di euro 10.000,00);
  8. spese generali (spesa forfettaria di euro 3.500,00);
  9. spese per la riqualificazione e il potenziamento dei sistemi e degli apparati di sicurezza (limite massimo di euro 16.000,00).

Per le professioniste, operanti in forma singola, associata o societaria:

a. macchinari, impianti produttivi, hardware, attrezzature;
b. arredi nuovi di fabbrica (limite massimo di euro 5.000,00);
e. opere murarie e di impiantistica (limite massimo di euro 3.000,00);
g. software e realizzazione di sistemi e-commerce (limite massimo di euro 4.000,00);
h. spese generali (spesa forfettaria di euro 2.000,00).

Le spese saranno ammesse dal 1 gennaio 2023 al 18 dicembre 2023.

VALUTAZIONE

E’ prevista una procedura VALUTATIVA con procedimento a graduatoria, secondo dei punteggi basati su: 

  • n. contratti apprendistato attivati dall’Azienda tra il 1° gennaio 2020 e il 31 dicembre 2022;
  • n. contratti assunzione a tempo indeterminato di dipendenti donne tra il 1° gennaio 2019 e il 31 dicembre 2022;
  • n. socie donne presenti nella compagine societaria;
  • settori di rilevanza strategica;
  • imprese a forte consumo di energia;
  • riconoscimento di impresa artigiana dei settori delle lavorazioni artistiche, tradizionali e dell’abbigliamento su misura;
  • localizzazione della sede operativa in aree di crisi industriale complessa quali il Comune di Venezia, nelle aree montane e nelle aree di crisi industriale non complessa quali Ceggia, Fossalta di Piave, Meolo, Musile di Piave, Noventa di Piave, San Donà di Piave e Torre di Mosto;
  • Impresa di Maestro Artigiano;
  • possesso del rating di legalità;
  • possesso di certificazione di qualità ed energetiche (UNI EN ISO 9001:2015, UNI EN ISO 14001:2015, EMAS – Regolamento CE n. 1221/2009, UNI CEI EN ISO 50001:2018, UNI ISO 45001:2018).

PRESENTAZIONE DOMANDA

La domanda dovrà essere compilata e presentata dalle ore 10.00 del  16 febbraio 2023 alle ore 12 dell’8 marzo 2023.

Per partecipare al Webinar clicca qui!

Vi invitiamo a contattarci per tempo, al fine di sottoporci il vostro progetto di investimento per:

  • una pre-analisi approfondita e la verifica di idoneità della tua azienda;
  • la stesura della domanda e del progetto di investimento.

Per maggiori informazioni e assistenza contatta Claudia Poles: 0421 335501 claudia.poles@artigianisandona.it