Off Line

Novità in materia di prevenzione incendi

28 Febbraio 2022

Il nuovo Regolamento di prevenzioni incendi (D.P.R 151/2021) tiene conto delle esigenze di semplificazione amministrativa, della normativa sullo Sportello Unico per le attività produttive (SUAP) e dell’introduzione della SCIA.
Fondamentale differenza tra nuovo regolamento rispetto ai precedenti è quella relativa alla maggior responsabilità in capo ai cittadini, in particolare ai professionisti “asseveratori “ e “certificatori” e i titolari che si assumono la responsabilità di attestare la conformità alle norme e di osservare gli obblighi connessi con l’esercizio dell’attività.
Importanti le variazioni in merito ai controlli e manutenzioni degli impianti, attrezzature ed altri sistemi di sicurezza (DM 01/09/2021) e ai percorsi relativi i Corsi per Addetti ai servizi antincendio e al nuovo obbligo in merito ai corsi di aggiornamento.

DECRETO MINISTERIALE 01/09/2021 – Decreto Controlli

I criteri generali per il controllo e la manutenzione degli impianti, attrezzature ed altri sistemi di sicurezza antincendio entrano in vigore il prossimo 26 settembre 2022.

Cosa stabilisce il Decreto?

  1. MANUTENZIONE E CONTROLLO PERIODICO: a carico del datore di lavoro predisposizione del Registro dei Controlli
  2. SORVEGLIANZA: oltre all’attività di controllo e manutenzione il datore di lavoro deve attuare una sorveglianza, tramite lavoratori incaricati, mediante predisposizione di idonee liste di controllo

Per SORVEGLIANZA si intende l’insieme dei controlli visivi atti a verificare, nel tempo che intercorre tra due controlli periodici, che gli impianti, le attrezzature e gli altri sistemi antincendio siano nelle normali condizioni operative, siano correttamente fruibili e non presentino danni evidenti. Per tale attività e per la manutenzione/controllo periodico viene previsto l’utilizzo di un Modello di Organizzazione e Gestione.

QUALIFICAZIONE DEI TECNICI MANUTENTORI

Il Decreto prevede che gli interventi di manutenzione e controllo debbano essere eseguiti SOLO da tecnici qualificati in possesso di requisiti professionali basati su:

  • Conoscenze
  • Abilità
  • Competenze

E’ di competenza del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco il rilascio dell’attestazione di tecnico manutentore qualificato.

E’ obbligo del Datore di lavoro verificare, in fase di affidamento dell’incarico, che i tecnici manutentori siano in possesso dei requisiti ed attestazione prevista.

DECRETO MINISTERIALE 02/09/2021 – Decreto Formazione

Nuovi criteri per la Gestione dei luoghi di Lavoro in esercizio e in emergenza, nonchè le caratteristiche dello specifico servizio di prevenzione e protezione antincendio entreranno in vigore il prossimo 4 ottobre 2022.

Il datore di lavoro dovrà:

  • Adottare misure di Gestione Sicurezza Antincendio in funzione del Rischio presenti presso la propria attività e specificatamente previsti dal Decreto
  • Predisporre un PIANO DI EMERGENZA, se il luogo di lavoro ha un numero di lavoratori uguale o maggiore a 10 unità o è aperto al pubblico con la presenza contemporanea di più di 50 persone, indipendentemente dal numero di lavoratori o rientra tra le attività soggetto al controllo dei VV.F
  • se non rientra nei casi previsti dal piano di emergenza, ADOTTARE comunque misure organizzative e gestionali da attuare in caso di incendio che devono essere riportate nel documento di valutazione dei rischi
  • Designare, all’esito della valutazione dei rischi d’incendio e sulla base delle misure di gestione della sicurezza antincendio in esercizio ed in emergenza, i lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze definiti “addetti al servizio antincendio“.
  • Avviare i lavoratori designati al servizio, a specifici corsi di formazione ed aggiornamento periodico in relazione al livello di rischio a cui la mansione espone i lavoratori dell’azienda

DECRETO MINISTERIALE 03/09/2021 – Decreto Minicodice

Decreti generali di progettazione, realizzazione ed esercizio della Sicurezza antincendio per i luoghi di lavoro in vigore dal prossimo 29 ottobre 2022 ed abrogazione del DM 10/03/1998.

Il Decreto stabilisce i criteri generali atti ad individuare le misure intese ad evitare l’insorgere di un incendio e a limitare le conseguenze qualora esso si verifichi, nonchè le misure precauzionali di esercizio nei luoghi di lavoro ( art.62 81/2008) con esclusione delle attività che si svolgono nei cantieri temporanei o mobili.

Segnala il tuo interesse al servizio di valutazione e chiedi informazioni in Associazione

notizia di approfondimento del Notiziario Associativo del mese di Marzo 2022 visibile con scansione del codice QR presente nel formato cartaceo.