Lavoro

MODIFICHE AL D.LGS 81/2008 IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO

1 Agosto 2023

Con il D.L. “Misure urgenti per l’inclusione sociale e l’accesso al mondo del lavoro” sono state introdotte alcune novità in materia di salute e sicurezza sul lavoro, che modificano in parte il Dlgs 81/2008, rafforzando le regole di sicurezza sul lavoro, di tutela contro gli infortuni, e le modalità dei controlli ispettivi.

Le novità riguardano:

  • MEDICO COMPETENTE – l’obbligo per i datori di lavoro di nominare il medico competente se richiesto anche dalla valutazione dei rischi. Ciò significa che la sorveglianza sanitaria non è più limitata ai casi espressamente previsti dal D.lgs 81/2008, ma si estende ai casi in cui la valutazione dei rischi ne evidenzi la necessità. 
    Si aggiungono inoltre i seguenti obblighi per il medico competente:
    • in occasione delle visite di assunzione, deve richiedere al lavoratore la cartella sanitaria rilasciata dal precedente datore di lavoro e deve tenere conto del suo contenuto ai fini della formulazione del giudizio di idoneità. Su tale aspetto riteniamo utile evidenziare che alla cessazione del rapporto di lavoro il medico competente ha l’obbligo di consegnare copia della cartella sanitaria al lavoratore, mentre l’originale va conservato, nel rispetto nella normativa sulla privacy, per almeno 10 anni dal datore di lavoro, salvo diverso termine e modalità previsti per le cartelle sanitarie relative all’esposizione a specifici agenti (quali ad esempio. cancerogeni/mutageni, amianto, biologici, radiazioni ionizzanti).
    • in caso di impedimento per gravi e motivate ragioni, il medico deve comunicare per iscritto al datore di lavoro il nominativo di un sostituto, in possesso dei requisiti previsti dall’art. 38 del TU
  • OPERE PROVVISIONALI – l’estensione ai lavoratori autonomi di alcune misure di tutela previste nei cantieri tra cui l’obbligo di utilizzare idonee opere provvisionali in conformità alle disposizioni del titolo IV sui cantieri. Rammentiamo in proposito l’art. 112 del D.Lgs. 81/2008 “Idoneità delle opere provvisionali” e riteniamo si possano intendere come opere provvisionali le strutture e opere provvisorie indipendenti dalla struttura del fabbricato destinate ad essere rimosse quando i lavori sono terminati quali ad esempio ponteggi, impalcati, parapetti, ecc. 
  • FORMAZIONE DATORI DI LAVORO – l’obbligo di formazione specifica in capo al Datore di Lavoro nel caso di utilizzo di attrezzature di lavoro per attività professionali e conseguenti sanzioni in caso di inosservanza. La sanzione per la violazione di tale nuovo obbligo è punita con l’arresto da 3 a 6 mesi o con l’ammenda da 3071,21 a 7862,44 euro:
  • VERIFICA ATTREZZATURE – in merito alle verifiche periodiche delle attrezzature dell’Allegato VII, i soggetti privati abilitati acquistano la qualifica di incaricati di pubblico servizio e rispondano direttamente alla struttura pubblica titolare della funzione di vigilanza nei luoghi di lavoro territorialmente competente (in pratica le strutture private si sostituiscono all’Ente pubblico come avviene per le revisioni delle autovetture). Questa novità è stata introdotta considerata la cronica situazione di difficoltà in cui versano le ASL/ARPA e INAIL nel far fronte a tali verifiche.
  • ATTREZZATURE SENZA OPERATORE –  la modifica degli obblighi del NOLEGGIATORE e concedente in uso di attrezzature di lavoro senza operatore: chiunque noleggi o conceda in uso, al momento della cessione, deve ora acquisire e conservare agli atti, per tutta la durata del noleggio o della concessione dell’attrezzatura, un’autocertificazione del soggetto che prende a noleggio, o in concessione in uso, o del datore di lavoro, che attesti l’avvenuta formazione e addestramento specifico, effettuati conformemente alle disposizioni del Titolo III, dei soggetti individuati all’utilizzo.

ATTIVITA’ ISPETTIVA – al fine di orientare l’azione ispettiva nei confronti delle imprese che evidenziano:

  • fattori di rischio in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro,
  • lavoro irregolare
  • evasione od omissione contributiva,

gli Enti di controllo potranno disporre con immediatezza di tutti gli elementi utili alla predisposizione e definizione delle pratiche ispettive ai fini sanzionatori nei confronti di queste aziende.

In pratica si applica il principio della “tolleranza zero”.

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO – nell’ambito dei percorsi di alternanza scuola-lavoro le imprese iscritte nel registro nazionale per l’alternanza integrano il proprio documento di valutazione dei rischi con un’apposita sezione ove sono indicate le misure specifiche di prevenzione dei rischi e i dispositivi di protezione individuale da adottare per gli studenti nei percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento. L’integrazione al documento di valutazione dei rischi è fornita all’istituzione scolastica ed è allegata alla Convenzione”, che viene siglata con le imprese ospitanti.

ASSICURAZIONE – E’ stata finalmente prevista nell’alternanza Scuola Lavoro l’estensione della copertura assicurativa INAIL a studenti e personale scolastico.

Per informazioni rivolgersi all’Ufficio Sicurezza:
Roberto Mazzardis
0421335430  – roberto.mazzardis@artigianisandona.it