Fiscale

LA SEMPLIFICAZIONE DEGLI ADEMPIMENTI PREVISTI DALLA RIFORMA FISCALE

1 Febbraio 2024

DECRETO ATTUATIVO RIFORMA FISCALE

SEMPLIFICAZIONE ADEMPIMENTI

Con la pubblicazione del D.Lgs. 1/2024 nella  Gazzetta Ufficiale n. 9 del 12.01.2024, prosegue l’attuazione della riforma fiscale. Il Decreto contiene diverse semplificazioni in relazione agli adempimenti tributari, tra queste si segnalano:

  • la modifica della scadenza dei versamenti rateali delle somme dovute a titolo di saldo/acconto delle imposte, in particolare è prevista un’estensione delle rate, inserendo il termine del 16.12 per completare il pagamento (quindi 1 rata in più rispetto a prima);
  • l’unificazione, in caso di rateazione delle imposte, della scadenza di pagamento al giorno 16 di ogni mese sia per i soggetti con partita iva, sia per le persone fisiche (privati); per questi ultimi, in precedenza, il termine era fissato alla fine di ogni mese.  

Le novità sopra indicate sono operative già dalle prossime dichiarazioni Iva, Redditi e Irap relative all’anno di imposta 2023.

Altra semplificazione introdotta riguarda la soglia minima al di sotto della quale è possibile rinviare il versamento dell’iva mensile/trimestrale al periodo successivo (è una facoltà e non un obbligo), che passa da 25,82 € a 100 €; in ogni caso i versamenti relativi: ai mesi da gennaio a novembre e ai primi 3 trimestri, se di ammontare non superiore a 100 €, sono comunque eseguiti entro il termine del 16 dicembre.

La presente novità non trova applicazione per il versamento dell’acconto Iva (per il quale l’importo minimo  è di 103,29 €) e del saldo Iva risultante dalla dichiarazione annuale (per quest’ultima il versamento è dovuto se superiore a 10 €).

Misura analoga a quella appena esposta riguarda il versamento delle ritenute relative ai redditi di lavoro autonomo (art. 25 DPR 600/73) e alle provvigioni  corrisposte ad agenti, rappresentanti, procacciatori d’affari; anche in questo caso, se di importo non superiore a 100 €, il versamento può essere eseguito insieme a quello relativo al mese successivo, e comunque entro il 16.12 dello stesso anno; le ritenute del mese di dicembre vanno versate entro il 16.01 dell’anno successivo anche se di importo inferiore al limite suddetto.

Per maggiori informazioni contatta il tuo referente dell’Ufficio Contabilità dell’Associazione!