Fiscale

LA NOVITA’ IN TEMA DI VERSAMENTO DELL’ ACCONTO DELLE IMPOSTE DIRETTE DI NOVEMBRE

13 Novembre 2023

Il Decreto Legge n. 145/2023 (meglio noto come “Collegato alla Finanziaria 2024”) interviene sul tema del versamento della rata di acconto delle imposte in scadenza il prossimo 30 novembre. La novità introdotta prevede, per il solo periodo di imposta 2023, il differimento dal 30.11.2023 al 16 gennaio 2024 della scadenza di pagamento della seconda (o unica) rata dell’acconto delle imposte dovuto sulla base del modello Redditi PF 2023, con ulteriore possibilità di effettuare il versamento in 5 rate mensili a partire dal 16.01.2024.

Il differimento è consentito solo alle imprese individuali e ai lavoratori autonomi (persone fisiche titolari di partita Iva),  che hanno svolto un’attività di impresa o lavoro autonomo nel corso del 2022 e abbiano dichiarato per lo stesso periodo, ricavi o compensi per un ammontare non superiore a 170.000 euro.

Sono invece escluse le persone fisiche non titolari di Partita Iva, i soci (salvo non possiedano una propria partita iva) di società di persone, i soci di ci società di capitali i cui redditi sono imputati per trasparenza, e i collaboratori di impresa familiare. 

Il differimento riguarda le imposte  dirette (Irpef e imposte sostitutive), mentre sono espressamente esclusi i contributi previdenziali, per i quali rimane invariato il termine di versamento del 30 novembre 2023.  

In caso di scelta di versamento rateale, sulle rate successive alla prima (quindi  16.02, 18.03, 16.04 e 16.05), saranno dovuti gli interessi nella misura dello 0,33% mensili.

Per maggiori informazioni contatta l’Ufficio Contabilità dell’Associazione!