Sindacale

INVESTIMENTI 2020/2021 ISTITUITO DAL MIT UN FONDO DA 122 MILIONI DI EURO PER IL RINNOVO DEI MEZZI

3 Settembre 2020

Confartigianato Trasporti comunica che sono operativi gli incentivi del fondo nazionale per l’acquisto di automezzi per le annualità 2020 e 2021.

In seguito allo stanziamento di 122.225.624 euro previsto dal Decreto del 12 maggio 2020 a firma della Ministra Paola De Micheli, è finalmente stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 206 del 19 agosto 2020 il relativo Decreto direttoriale 7 agosto 2020.

Il beneficio riguarda le imprese di autotrasporto merci in conto terzi e le loro aggregazioni, come cooperative e consorzi.

Il fondo rinnovo veicoli mira ad incentivare gli investimenti effettuati a partire dal 28 luglio dell’anno corrente per l’ammodernamento del parco di veicoli industriali del trasporto merci con automezzi a basso impatto ambientale ed equipaggiamenti per il trasporto intermodale.

Il decreto direttoriale prevede due slot temporali in cui è possibile fare domanda per richiedere gli incentivi:
1) dalle ore 10.00 del 1° ottobre 2020 alle ore 8.00 del 16 novembre 2020;
2) dalle ore 10.00 del 14 maggio 2021 alle ore 8.00 del 30 giugno 2021.

L’impresa di autotrasporto può presentare una sola domanda relativa a ciascun periodo, da inviare al soggetto gestore RAM, e può comprendere diversi tipi d’investimento nel limite massimo finanziabile previsto dal D.M. 12 maggio 2020, che è fissato complessivamente in 550.000 euro per azienda.

Di seguito le tipologie di investimenti ammissibili ai contributi stanziati, finalizzati al rinnovo del parco veicoli:

• veicoli a trazione alternativa a metano CNG e LNG e trazione elettrica;
• radiazione per rottamazione di veicoli di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate e contestuale acquisizione di veicoli nuovi di fabbrica conformi alla normativa euro VI di massa complessiva a partire da 7 ton;
• acquisto di veicoli commerciali leggeri euro 6D TEMP di massa complessiva a pieno carico pari o superiore alle 3,5 tonnellate fino a 7 tonnellate, con contestuale rottamazione dei veicoli della medesima tipologia;
• acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di rimorchi e semirimorchi, nuovi di fabbrica per il trasporto combinato;
• acquisizione di rimorchi, semirimorchi e equipaggiamento per autoveicoli speciali superiori alle 7 tonnellate allestiti per trasporti ATP e sostituzione delle unità frigorifere/calorifere;
• acquisizione di casse mobili e rimorchi o semirimorchi portacasse.

Di seguito i nuovi massimali di contributo previsto per ciascun veicolo acquistato:

  • 20 mila euro per i veicoli a trazione alternativa (LNG) di massa superiore a 16 tonn (il contributo è aumentato di 2 mila euro se viene dimostrata la radiazione per rottamazione di veicoli obsoleti);
  • 15 mila euro per ogni veicolo euro VI di massa superiore a 16 tonnellate;
  • 10% del costo di acquisizione dei rimorchi e semirimorchi per il trasporto combinato per medie imprese, percentuale che sale al 20% per le piccole imprese, con un tetto di 5 mila euro per ogni rimorchio/semirimorchio;
  • 8,5 mila euro per ogni gruppo di 8 casse mobili e 1 rimorchio/semirimorchio.

La procedura di domanda di incentivi è divisa in due fasi: la prenotazione (prevede di allegare il contratto di acquisto) e la rendicontazione analitica dei costi.
La stanziamento sarà suddiviso in modo uguale nei due periodi del biennio e RAM lavorerà le richieste seguendo l’ordine di ricevimento della prenotazione e fino all’esaurimento delle risorse disponibili per ciascun periodo. RAM provvederà alla creazione di 4 contatori per ognuna delle tipologie ammissibili di investimento.

I contatori aggiorneranno periodicamente le risorse disponibili in funzione delle istanze via via pervenute.
In caso di esaurimento dei fondi, le domande saranno ugualmente proponibili e verranno accettate con riserva.

Entro il 1° dicembre 2020 per il primo periodo ed entro il 15 luglio 2021 per il secondo la RAM pubblicherà l’elenco delle domande ricevute, indipendentemente dalla regolarità formale, pubblicando il link delle domande sul sito web del Ministero dei Trasporti (sezione Autotrasporto).

Ricordiamo che si può ottenere il contributo anche per l’acquisto di veicoli industriali Euro VI, ma a condizione che contestualmente sia rottamato un veicolo di categoria analoga e la rottamazione deve avvenire dal 28 luglio 2020 e fino al termine ultimo previsto per la presentazione della rendicontazione di ciascun periodo di incentivazione.

Sono esclusi dai contributi i veicoli acquistati all’estero, anche con la formula del chilometro zero.

Dopo avere presentato la prenotazione, le imprese dovranno inviare l’intera documentazione sull’acquisto entro il 30 aprile 2021 per il primo periodo di incentivazione ed entro il 15 dicembre 2021 per il secondo periodo di incentivazione.

Si rimanda ad una lettura più approfondita del Decreto direttoriale 7 agosto 2020.

Il modello di istanza sarà fornito in apposito formato informatico da RAM entro il 21 settembre p.v.

Non appena verranno pubblicate le modalità di presentazione delle domande, sarà nostra cura informarvi.

Per ulteriori informazioni contattare l’Associazione:
Roberto Mazzardis – Tel. 0421 335430 – roberto.mazzardis@artigianisandona.it