Sindacale

EMERGENZA COVID-19: Disposizioni in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021

3 Marzo 2021

Firmato ieri il nuovo Dpcm, il primo dell’era Draghi, che entrerà in vigore sabato prossimo 6 marzo e avrà durata fino a martedì 6 aprile, comprendendo anche il periodo delle festività di Pasqua.

Nel complesso il provvedimento conferma tutte le misure già in vigore, limitando il blocco degli spostamenti tra regioni fino al 27 marzo.

Tra le principali novità nelle zone gialle l’apertura dal 27 marzo di cinema, teatri e sale da concerto, che dovranno seguire precise condizioni anti-Covid 19 e sempre dal 27 marzo permettere a musei,  gallerie e altri luoghi di cultura, oltre all’apertura dal lunedì al venerdì, anche quella nelle giornate festive e prefestive previa disponibilità e prenotazione da effettuarsi entro il giorno precedente.

Nelle zone rosse, invece, serrande abbassate per barbieri e i parrucchieri, che invece restavano aperti con i vecchi Dpcm.

In zona gialla Bar e ristoranti sempre chiusi dopo le 18.00 e restano sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali.
Per i bar (ateco 56.3) confermato il divieto di vendita per asporto dopo le ore 18.00 con la chiusura totale dell’attività entro tale orario. Consentita, per le altre attività della ristorazione, la vendita per asporto sino alle ore 22.00 con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.
Sempre consentita la ristorazione con consegne a domicilio.

Centri Commerciali 
Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all’interno di mercati o centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali ed altre strutture ad essi assimilabili, a eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, lavanderie e tintorie, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie.
  
Scuole
Nelle regioni gialle e arancioni che hanno oltre 250 casi di Covid ogni 100 mila abitanti è data facoltà ai Presidenti di Regione di chiudere le scuole con ricorso alla Dad – Didattica a distanza. Didattica a distanza per tutte le scuole di ogni ordine e grado nelle regioni rosse. Il provvedimento può scattare anche solo per province o comuni, non necessariamente per una intera regione.

Turismo
Viene confermata la chiusura, per tutto il periodo di vigenza del DPCM, compreso quindi quello Pasquale, degli impianti nei comprensori sciistici e le attività dei parchi tematici e di divertimento.

Per scaricare il testo del DPCM 2 marzo 2021 clicca qui

Per scaricare il modulo di autocertificazione clicca qui