Sindacale

EMERGENZA COVID-19: D.L. RIAPERTURE – Anticipo calendario

18 Maggio 2021

Il Consiglio dei Ministri ieri sera, 17 maggio, ha approvato un nuovo decreto che introduce importanti novità in merito alla mobilità delle persone e alla riapertura di alcune attività.

Il provvedimento è in pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale di oggi con entrata in vigore da domani 19 maggio 2021.

In considerazione dell’andamento della curva epidemiologica e dello stato di attuazione del piano vaccinale, vengono modificati i parametri di ingresso nelle “zone colorate”, secondo nuovi criteri, che considerano principalmente:

– l’incidenza dei contagi rispetto alla popolazione complessiva;

– il tasso di occupazione dei posti letto in area medica e in terapia intensiva.

Nelle “zone gialle” si prevedono rilevanti, ancorché graduali, aperture delle attività ancor oggi sospese.

Di seguito le principali tappe per una progressiva “normalizzazione”:

  • dal 19 maggio il divieto di spostamenti dovuti a motivi diversi da quelli di lavoro, necessità o salute, attualmente previsto dalle ore 22.00 alle 5.00, sarà ridotto di un’ora, rimanendo quindi valido dalle 23.00 alle 5.00; dal 7 giugno 2021 sarà valido dalle ore 24.00 alle 5.00; dal 21 giugno 2021 sarà completamente abolito; in zona bianca non ci sarà alcun limite di circolazione;
  • dal 22 maggio tutti gli esercizi presenti nei mercati, centri commerciali, gallerie e parchi commerciali potranno restare aperti anche nei giorni festivi e prefestivi;
  • dal 22 maggio sarà possibile riaprire gli impianti di risalita in montagna, nel rispetto delle linee guida di settore;
  • anticipata al 24 maggio, rispetto al 1° giugno, la riapertura delle palestre;
  • dal 1° giugno sarà possibile consumare cibi e bevande all’interno dei locali anche oltre le 18.00, fino all’orario di chiusura previsto dalle norme sugli spostamenti;
  • dal 1° giugno all’aperto e dal 1° luglio al chiuso, sarà consentita la presenza di pubblico, nei limiti già previsti (25% della capienza massima, con il limite di 1.000 persone all’aperto e 500 al chiuso), per tutte le competizioni o eventi sportivi (non solo a quelli di interesse nazionale);
  • dal 7 giugno il VENETO sarà in zona bianca (non ci sarà più il coprifuoco e rimarrà l’obbligo della mascherina e del distanziamento sociale);
  • dal 15 giugno, anziché dal 1° luglio, aperti parchi tematici e di divertimento;
  • dal 15 giugno saranno possibili, anche al chiuso, le feste e i ricevimenti successivi a cerimonie civili o religiose, tramite uso della “certificazione verde”;
  • dal 15 giugno potranno tenersi Congressi e Convegni, con “green pass”, nel rispetto delle specifiche linee guida e protocolli;
  • dal 1° luglio potranno riaprire le piscine al chiuso, i centri natatori e i centri benessere, nel rispetto delle linee guide e dei protocolli;
  • dal 1° luglio riapriranno sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  • dal 1° luglio saranno di nuovo possibili tutte le attività di centri culturali, centri sociali e centri ricreativi;
  • dal 1° luglio sarà nuovamente possibile tenere corsi di formazione pubblici e privati in presenza.

Restano ancora sospese le attività in sale da ballo, discoteche e simili, sia all’aperto che al chiuso;

Per ulteriori informazioni contattare i nostri uffici settore Sindacale:
Ennio Galletti 0421.335450 ennio.galletti@artigianisandona.it