Bandi e Contributi

Contributi dall’INAIL A FONDO PERDUTO

21 Maggio 2019

Contributi per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul posto di lavoro

Anche per il 2019 l’INAIL finanzia con contributi a fondo perduto le spese sostenute dalle imprese per:

  • incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori;
  • incentivare le microimprese e le piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, ridurre il livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

Per “miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro” si intende il miglioramento documentato delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti, riscontrabile con quanto
riportato nella valutazione dei rischi aziendali
.

Per la regione del Veneto le risorse stanziate ammontano ad Euro 30.087.487,00. Il bando prevede 5 Assi di finanziamento, in base ai destinatari:

  • Asse 1 (15.014.356,00 euro):
    • Asse 1.1 (14.856.865,00 euro): Progetti di investimento (riduzione del rischio chimico, rumore, derivante da vibrazioni meccaniche, biologico, di caduta dall’alto, sismico, ecc.)
    • Asse 1.2 (157.491,00 euro): Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  • Asse 2 (3.302.620,00 euro): Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC);
  • Asse 3 (8.026.939,00 euro): Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
  • Asse 4 (844.286,00 euro): Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività, del settore PESCA (codice ATECO 2007: A03.1) e TESSILE-CONFEZIONE-ARTICOLI IN PELLE E CALZATURE (codice ATECO 2007: C13, C14, C15);
  • Asse 5 (2.899.286,00 euro): Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli:
    • Asse 5.1 (2.604.518,00 euro): per la generalità delle imprese agricole
    • Asse 5.2 (294.768,00 euro): riservato ai giovani agricoltori, anche in forma societaria

Il progetto può essere articolato in più interventi/acquisti purché essi siano tutti riconducibili alla medesima “Tipologia di intervento”, cioè rigorosamente funzionali alla riduzione, eliminazione e/o prevenzione della causa di infortunio o del fattore di rischio indicata dall’impresa nel modulo di domanda on line.

Sono ammissibili le spese direttamente necessarie all’intervento, nonché quelle accessorie o strumentali funzionali alla sua realizzazione e indispensabili per la sua completezza (es: perizia asseverata, direzione lavori, ecc.)
Per gli Assi 1, 2, 3 il contributo in conto capitale è pari al 65% delle spese ammesse, al netto dell’Iva, con i seguenti limiti:

  • Assi 1, 2, 3, fino al massimo erogabile di 130.000,00 Euro ed un finanziamento minimo ammissibile pari a 5.000,00 Euro (ad esclusione delle imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale)
  • Asse 4, fino al massimo erogabile di 50.000,00 Euro ed un finanziamento minimo ammissibile pari a 2.000,00 Euro.

Per l’Asse 5 (5.1 e 5.2) nella misura del:

  • 40% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole);
  • 50% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.2 (giovani agricoltori).

In ogni caso, il finanziamento massimo erogabile è pari a Euro 60.000,00; il finanziamento minimo è pari a Euro 1.000,00.
Per i progetti che comportano contributi superiori a € 30.000,00 Euro è possibile richiedere un’anticipazione del 50% dell’importo del contributo stesso, presentando fideiussione bancaria o assicurativa.
Le spese ammesse a contributo devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 30 MAGGIO 2019.
Per la presentazione delle domande di contributo la procedura sarà sempre quella utilizzata nelle edizioni: con click-day precedenti:

  • dall’11 aprile fino al 30 maggio 2019 sarà possibile compilare la domanda di contributo nella piattaforma INAIL, al fine di valutare il raggiungimento della soglia di ammissibilità;
  • dal 6 giugno 2019 saranno pubblicate date e orari per l’invio delle domande on line. Lo sportello informatico le collocherà in ordine cronologico di arrivo sulla base dell’orario registrato dai sistemi informatici INAIL;
  • Entro 30 giorni dalla comunicazione formale di ammissione a contributo, le imprese collocate in posizione utile in graduatoria dovranno trasmettere tutta la documentazione prevista per l’intervento (es: copia del DVR, perizia giurata, ecc.)

In caso di ammissione al contributo, l’impresa ha un termine massimo di 365 giorni per realizzare e rendicontare il progetto.

Le aziende interessate possono contattare l’Associazione ENTRO IL 21 MAGGIO:
Dott.ssa Claudia Poles – Tel. 0421 335501, claudia.poles@artigianisandona.it