Sindacale

AUTOTRASPORTO: NOTIZIE DI INTERESSE PER IL COMPARTO

19 Marzo 2021

Confartigianato Trasporti informa che il Ministero dell’Interno ha emanato lo scorso 9 marzo la circolare n°. 300/A/2132/21/115/29 per chiarire i termini di scadenza della revisione dei veicoli, dei cronotachigrafi e della carta del conducente.

Per quanto riguarda la revisione dei veicoli delle categorie N, O3 e O4 – ossia i veicoli motorizzati superiori a 3,5 tonnellate e i rimorchi – che hanno la validità scaduta tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021, è stata prorogata la validità di dieci mesi rispetto alla data di scadenza e ciò vale nell’intero territorio dell’Unione Europea.

Per quanto riguarda i cronotachigrafi è stato stabilito che gli apparecchi che devono eseguire le ispezioni biennali tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021 possono farlo entro i dieci mesi successivi alla data prevista per l’ispezione. Anche in questo caso, il provvedimento vale in tutti i Paesi dell’Unione.

Sempre nell’ambito del cronotachigrafo, il Regolamento Comunitario interviene anche sul rinnovo delle carte del conducente chiarendo che per il documento scaduto dal 1° settembre 2020, e che saranno in scadenza fino al 30 giugno 2021, devono ottenere il rilascio dagli organi competenti entro due mesi dalla data di richiesta, e che l’autista nel periodo tra la scadenza della vecchia carta e l’arrivo di quella nuova, può continuare a lavorare, annotando manualmente l’attività svolta giornalmente nello stesso modo previsto per il danneggiamento, lo smarrimento o il furto della carta tachigrafica, purché dimostri di avere chiesto la nuova carta entro i quindici giorni lavorativi precedenti la data di scadenza.

Questa disposizione vale anche se il conducente ha chiesto una nuova carta per cattivo funzionamento, furto o smarrimento, sempre tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021.

Si allega tabella riassuntiva delle proroghe delle revisioni.

NORMATIVA: CHIARIMENTI DELL’ISPETTORATO LAVORO SU REGISTRAZIONE LIBRO UNICO DEGLI ACCORDI DI FORFETIZZAZIONE

Confartigianato Trasporti informa che l’Ispettorato del Lavoro ha fornito un chiarimento sulla registrazione dell’orario di lavoro degli autisti nel settore dell’autotrasporto sul Libro Unico del Lavoro relativamente all’applicazione di accordi di forfetizzazione dell’indennità di trasferta e dello straordinario.

L’Ispettorato nella nota precisa che, nel caso di forfait dello straordinario, va registrato l’orario di lavoro effettivo sul Libro Unico e ciò può essere fatto anche in un momento successivo al mese di competenza, comunque entro quattro mesi dallo svolgimento delle prestazioni lavorative in osservanza di un orientamento già stabilito nel 2009.

L’Ispettorato evidenzia che l’obbligo di annotare mensilmente le ore di lavoro, che devono essere distinte tra ordinarie e straordinarie, vige anche se lo straordinario è compensato a forfait grazie ad accordi collettivi di forfetizzazione.

Per quanto sopra si consiglia alle imprese di non limitarsi alla annotazione della “P” di presenza nel Libro Unico del Lavoro, ma di procedere alla indicazione anche delle ore mensili di lavoro effettuate dai conducenti, distinguendo le ore ordinarie da quelle straordinarie e conservare la documentazione dei cronotachigrafi analogici e digitali (almeno un anno di registrazioni), per ricavare i dati reali del tempo di guida giornalmente effettuato dall’ autista.

CONFARTIGIANATO TRASPORTI: “BENE IL MINISTRO GIOVANNINI SU FINANZIAMENTO RINNOVO DEI VEICOLI NEL RECOVERY PLAN”

Si è tenuto il primo confronto tra Confartigianato Trasporti ed il neo Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, che ha incontrato le parti sociali del settore trasporti e mobilità per finalizzare le proposte del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

“Bene il metodo avviato dal Ministro, che ha assicurato di voler coinvolgere le parti sociali in tutte le fasi di attuazione del PNNR”.  Questo il commento di Confartigianato Trasporti che ha illustrato al Ministro le esigenze specifiche delle piccole e medie imprese di trasporto inseribili nel Piano riguardanti la realizzazione di progettualità per la transizione ecologica, la sostenibilità ambientale e l’intermodalità. Tali sfide sono state al centro di tutti gli interventi di Confartigianato Trasporti in occasione delle audizioni parlamentari sul tema.

Il Ministro, nel sottolineare l’importanza strategica che intende affidare al confronto con le rappresentanze degli operatori del settore, ha richiamato la sensibilità delle associazioni per fornire contributi e suggerimenti sistemici per l’intero sistema Paese costruendo una visione integrata dei problemi da risolvere e delle misure da adottare. In particolare, nel ricordare i tempi strettissimi per la definizione del Piano che deve essere presentato entro il 30 aprile 2021 alla Commissione europea, ha illustrato il lavoro svolto all’interno del Ministero che si è organizzato con cinque task force per far fronte alla corretta ed efficace gestione delle azioni e delle missioni del Piano che riguardano i settori di competenza.

Confartigianato Trasporti, accogliendo con favore le dichiarazioni degli scorsi giorni del Ministro Giovannini sulla compatibilità del finanziamento del rinnovo del parco veicolare sia leggero che pesante con le finalità e gli obiettivi del PNRR, ha ribadito la necessità di assicurare con le risorse del Recovery Plan una dotazione finanziaria pluriennale adeguata a sostenere gli imponenti investimenti green delle imprese di autotrasporto impegnate a rinnovare i propri mezzi ed al contempo incentivare lo sviluppo dell’intermodalità marittima e ferroviaria, prevedendo dei voucher diretti agli autotrasportatori che sono coloro che compiono la scelta intermodale, tolgono tir dalle strade e riducono notevolmente le emissioni inquinanti.

VALORI INDICATIVI DI RIFERIMENTO DEI COSTI DI ESERCIZIO: COSTO GASOLIO MESE FEBBRAIO 2021

Sul sito del Ministero è stato pubblicato l’aggiornamento del costo del gasolio per autotrazione, al netto dell’Iva e/o dello sconto del maggior onere delle accise, utile per le fatturazioni di questo mese.

Il prezzo totale al consumo del gasolio rilevato dal Ministero dello Sviluppo Economico, a FEBBRAIO 2021 è stato di 1.383,24 euro per mille litri, 516,40 euro è il prezzo industriale, 249,44 l’Iva e 617,40 l’accisa.

Il valore di riferimento del costo del gasolio per i servizi di trasporto effettuati nel mese di FEBBRAIO, quindi è di:

– 1,133 euro/litro per i veicoli di massa complessiva a pieno carico fino a 7,5 ton al netto dell’Iva;
– 0,919 euro/litro per i veicoli di massa complessiva a pieno carico superiore a 7,5 ton al netto dell’Iva e del rimborso parziale delle accise.

Per informazioni contattare:
Roberto Mazzardis – 0421 335430 roberto.mazzardis@artigianisandona.it