Sindacale

AUTOTRASPORTI – NOVITA’ DI INTERESSE PER LA FEDERAZIONE

20 Giugno 2023

FISCO: AL VIA LE DEDUZIONI FORFETTARIE 2023 PER AUTOTRASPORTATORI A 48 EURO

Confartigianato Trasporti informa che il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha comunicato gli importi relativi alle agevolazioni delle DEDUZIONI FORFETTARIE per gli autotrasportatori per la Dichiarazione dei Redditi 2022.

Pertanto, per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore oltre il Comune in cui ha sede l’impresa (autotrasporto merci per conto di terzi), è prevista una deduzione forfetaria di spese non documentate nella misura di 48,00 euro.

La deduzione spetta una sola volta per ogni giorno di effettuazione del trasporto, indipendentemente dal numero dei viaggi.

La deduzione spetta anche per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore all’interno del Comune in cui ha sede l’impresa, per un importo pari al 35% di quello riconosciuto per i medesimi trasporti oltre il territorio comunale.

ALBO AUTOTRASPORTO:

AL VIA LA NUOVA CAMPAGNA

“INSIEME PER GUIDARE IL FUTURO”

Partita il 18 giugno, e proseguirà fino al 9 settembre 2023, la nuova campagna di comunicazione dell’Albo Nazionale Autotrasportatori. Una nuova iniziativa del Comitato Centrale dell’Albo per essere al fianco delle imprese di autotrasporto e accompagnare gli italiani in un viaggio alla scoperta di questo settore.

Per tutta l’estate il claim “Insieme per guidare il futuro” verrà veicolato attraverso un ampio ventaglio di canali fisici e digitali – tv, radio, affissione, stampa, web e social – così da raggiungere un target il più variegato possibile: istituzioni, per esprimere il ruolo centrale dell’Albo nel benessere della collettività; professionisti e imprese, per rafforzare il senso di coesione; grande pubblico, per far conoscere un mondo tutto da scoprire.

Il concept creativo utilizza l’idea di futuro come filo conduttore della comunicazione e soprattutto del futuro che l’Albo vuole costruire per le imprese di autotrasporto e per il Paese, un futuro che parla di sicurezza, regolarità e sostenibilità.

Una campagna dal taglio contemporaneo per divulgare le attività istituzionali, promuovere i suoi valori e la sua visione del futuro e cercare di avvicinare sempre di più i giovani alla professione dell’autotrasportatore e del conducente professionista.

Sebbene l’autotrasporto rappresenti uno dei settori più in crescita e indispensabili per lo sviluppo del Paese, c’è infatti ancora bisogno di superare molti stereotipi e raccontare aspetti di questo mondo ancora poco conosciuti.

La campagna si concentra proprio su questo: sostenere il settore e tutti i professionisti che ne fanno parte, attraverso la costruzione di una nuova narrazione che rifugge dai luoghi comuni e racconta la storia di un punto di riferimento per la sostenibilità sociale, ambientale ed economica dell’Italia. 

LA MOTORIZZAZIONE HA FORNITO CHIARIMENTI SULLA LUNGHEZZA MASSIMA DEGLI AUTOARTICOLATI

Confartigianato Trasporti informa in merito ai chiarimenti forniti della Direzione Generale per la Motorizzazione sul tema relativo alla lunghezza massima degli autoarticolati.

La lunghezza di quest’ultima è stata fissata a 18,5 metri dalla modifica all’articolo 61 comma 2 del Codice della Strada introdotta dal cosiddetto decreto Infrastrutture e Trasporti.

Non c’è stata, però, ancora la modifica Regolamento di esecuzione del c.d.s D.P.R. 495/1992, che prevede tutt’ora la lunghezza massima di 16,50 a beneficio dei soli autoarticolati “in cui l’avanzamento dell’asse della ralla, misurato orizzontalmente, rispetto alla parte posteriore del semirimorchio, risulti non superiore a 12,00 m e, rispetto ad un punto qualsiasi della parte anteriore del semirimorchio, risulti non superiore a 2,04 metri”.

Pertanto, a seguito della sollecitazione delle associazioni di categoria, la Direzione Generale per la Motorizzazione ha provveduto a chiarire con una nota che “in mancanza dell’armonizzazione del quadro normativo di riferimento, questa Amministrazione, nelle more dell’adeguamento dello stesso, ritiene che sia consentita la circolazione di un complesso veicolare (trattore con semirimorchio) avente lunghezza superiore ai 16,50 m e fino a 18.75 m, a condizione che il veicolo semirimorchio sia omologato in conformità alle prescrizioni tecniche vigenti.

Il mancato rispetto delle quote di omologazione (12 metri e 2,04 metri) determina che il complesso veicolare, trattore con semirimorchio, venga considerato eccezionale per il superamento dei limiti di sagoma”.

Per ulteriori informazioni: 
Roberto Mazzardis 

0421 335430 roberto.mazzardis@artigianisandona.it