Sindacale

AUTOTRASPORTI – NOVITA’ DI INTERESSE PER LA FEDERAZIONE

14 Dicembre 2022

ACCISE GASOLIO: AGENZIA DOGANE CONFERMA DAL 1° DICEMBRE 2022 RIAVVIO DEL RIMBORSO TRIMESTRALE

Confartigianato Trasporti informa che l’Agenzia delle Dogane ha chiarito che dal 1° dicembre 2022 la nuova aliquota sul gasolio (euro 467,40 euro per mille litri) torna ad essere superiore a quella a suo tempo fissata dalle norme italiane previste per l’impiego agevolato (403,22 euro per mille litri).

Pertanto per il periodo che va dal 1° dicembre e fino al 31 dicembre 2022 sarà possibile riattivare il meccanismo del rimborso accise per un valore pari a 64,18 euro per mille litri – ovvero 0,06418 centesimi di Euro al litro (valore dato dalla differenza tra le due aliquote sopra menzionate).

Le imprese di trasporto potranno quindi presentare nel 2023 la dichiarazione di rimborso con riguardo ai litri di gasolio consumati nel mese di dicembre 2022.

TRASPORTO ADR: OBBLIGO DI NOMINA DEL CONSULENTE NELLA SPEDIZIONE DI MERCI E RIFIUTI PERICOLOSI (anche olio esausto) ENTRO IL 31 DICEMBRE 2022

Confartigianato Trasporti informa che l’ADR 2019 (Accordo Europeo relativo ai trasporti internazionali di merci pericolose su strada) ha esteso l’obbligo di nomina del Consulente per la Sicurezza dei trasporti anche alle imprese che effettuano spedizioni di merci pericolose su stradaprevedendo però per questi operatori un periodo di deroga che terminerà il 31 dicembre 2022.
Il punto 1.6.1.44 dell’ADR riporta infatti:
“Le imprese che partecipano al trasporto di merci pericolose solo come speditori e che non erano obbligate a designare un consulente in materia di sicurezza sulla base delle disposizioni applicabili fino al 31 dicembre 2018, devono, in deroga alle disposizioni del 1.8.3.1 applicabili dal 1 gennaio 2019, nominare un consulente per la sicurezza entro il 31 dicembre 2022”.

Le esenzioni previste dal quadro normativo vigente, ovvero l’esenzione parziale per unità di trasporto (1.1.3.6 ADR), l’esenzione totale per disposizioni speciali (3.3 ADR), l’esenzione totale per quantità limitata (3.4 ADR) e l’esenzione totale per quantità esenti (3.5 ADR), sono attualmente applicabili ai soggetti inquadrabili come “trasportatori”, “caricatori”, “scaricatori”, “imballatori” e “riempitori” ma non agli “speditori”, che pertanto, a partire dal 01/01/2023 saranno obbligati a nominare un consulente ADR anche nel caso di una piccola spedizione occasionale di una qualsivoglia merce pericolosa, quale ad esempio, l’avvio a recupero o smaltimento “una tantum” di un quantitativo minimo di rifiuto pericoloso (vedasi l’olio esausto).

Ne consegue che la scadenza della sopra citata deroga avrà un impatto significativo, anche in termini economici, su di un considerevole numero di aziende, obbligate dall’anno venturo a confrontarsi con un ulteriore adempimento in un periodo particolarmente delicato come quello attuale.

In proposito la Confartigianato è intervenuta a vari livelli nelle sedi opportune a livello nazionale per avere una deroga che escluda anche gli “spedizionieri” da questo obbligo, o affinchè venga chiarito che lo “spedizioniere” NON è l’artigiano che detiene l’olio esausto in azienda e che si serve di ditte autorizzate per il suo smaltimento, ritenendo tale adempimento in questi casi del tutto inutile.

Per ulteriori informazioni: 
Roberto Mazzardis 

0421 335430 roberto.mazzardis@artigianisandona.it