Confartigianato
Cerco - offro
14 Novembre 2018
CHI SIAMO Immagine di Chiusura area Immagine di Chiusura area Immagine di Chiusura area Immagine di Chiusura area Immagine di Chiusura area Immagine di Chiusura area Immagine di Chiusura area
Sei in: Home » Il Territorio »Meolo
Meolo
stemma comunale municipio
Dati generali
Sup. : 26,613 Kmq
Abitanti: 5.969
Densità: 227,4 Kmq 
sito ufficiale 


Imprese Artigiane 
attive al 31/12/2003:
180 
    
                
-  1.64% rispetto 2002 
                + 2.86% rispetto 2001  
                + 4.65% rispetto 2000
                + 3.45% rispetto 1999

abitanti: 5.969 artigiani: 180   rapporto 1/33

Società di Capitali: 2
Società di Persone: 52
Imprenditori Individuali: 126
Altre forme: 0 
  
Fonte:  Infocamere al 31.12.2003


La Storia

Le recenti scoperte archeologiche nel territorio comunale dimostrerebbero che Meolo fu dimora dell'uomo già nell'ormai lontanissimo periodo mesolitico, con testimonianze di successive presenze durante il neolitico e l'epoca paleoveneta (Centro di documentazione G. Pavanello).
E' però da ritenersi che il centro urbano abbia cominciato a divenir villaggio solo allorchè i patriarchi di Aquileia ne presero possesso, a seguito di una concessione di Berengario (995), e vi costruirono i castelli di Medadis e di Medolo.
La soggezione a Treviso coinvolse Meolo nelle molte guerre per la conquista del potere sulla città: in particolare fu saccheggiato e devastato dai Da Camino (1318), dagli Scaligeri (1319),dai veneziani (1336), dai Carraresi (1338), infine, nel 1441, le milizie dell'imperatore Sigismondo, in guerra con Venezia, lo invasero rubando il bestiame, saccheggiando e incendiando le case e uccidendo quanti non si erano posti in salvo con la fuga.
Con l'assoggettamento della Marca Trevigiana a Venezia ( XV secolo) cominciò per Meolo, inserito nel quartiere trevigiano della Zosagna di sotto, un periodo aureo poichè per la sua vicinanza alla città e la facilità delle comunicazioni fluvio-lagunari, molte nobili famiglie veneziane vi comperarono vaste proprietà ove eressero delle pregevoli residenze in cui trascorrere la villeggiatura.
Spentasi la Serenissima e subentrando il Regno d'Italia, retto da Napoleone, Meolo divenne Comune e fu incluso nella provincia di Venezia (1806).
La prima Guerra Mondiale, infine, lo coinvolse direttamente dopo il forzato arretramento del fronte sul Piave, proprio in villa Dreina avvenne il cambio al comando dello stato maggiore tra i generali Cadorna e Diaz e Losson fu teatro di quella sanguinosissima battaglia che nell'estate del 1918 segnò l'ultimo sforzo austriaco teso a risolvere a proprio favore le sorti del conflitto.

Da vedere

Il Centro "G. Pavanello"
Le Ville  
La Chiesa di San Giovanni
Ricerca nel Sito

Area Riservata

User
Password
Vetrine dx
vai a tutti gli appuntamenti associativi  in calendario
Invia direttamente una mail al Presidente ...
I percorsi formativi dell'associazione
Visita le vetrine delle aziende associate ...
Vuoi trovare un'azienda per le tue necessitą ...
Le nostre attivitą, eventi, convegni ...
Per accedere all'archivio di Confartigianato Informa...
convenzione polizza auto per gli associati
Qualitą
COFIDI
eFare
Nuovo servizio in materia di ambiente e sicurezza
ultimo numero pubblicato periodico associazione
Il Mostro della Laguna
Assicurazioni Galesso
Agenda Metropolitana
Galesso & P.  Assicurazioni Galesso & P. Assicurazioni
Assistenza sanitaria Assistenza sanitaria
Tutte le Convenzioni
Data di Ultima Modifica: 30-10-2018 Powered by Q-web S.r.l.
Associazione Artigiani, Piccole e Medie Imprese del Mandamento di San Doną di Piave
P.IVA 02723740276 - C.F. 84002190274 - R.E.A. VE 29536
Via Perugia, 2 - 30027 San Doną di Piave - VE -Tel. 0421.3351 - E-mail: info@artigianisandona.it
Torre Di Mosto Eraclea Jesolo Ceggia Noventa di Piave Fossalta di Piave Musile di Piave San Doną di Piave Meolo Quarto d'Altino Torre Di Mosto Eraclea Jesolo San Doną di Piave Quarto d'Altino